Il Peso di un Riccio.

Quanto pesa un riccio?

Per fare un recupero, e sapere come gestire e nutrire un riccio,

è necessario conoscere il suo peso.

 Più o meno, in assenza di una bilancia, ci si può orientare comparando il riccio ad oggetti di uso comune.

 

Ogni riccio è diverso e i tassi di crescita e il peso possono differire molto.

Questa è solo una guida approssimativa.

NEONATO

meno di 35g circa 1 ~ 7 giorni 

(grande come una pallina da ping pong)

PICCOLO

 35-60g circa 7 ~ 14 giorni

(grande come un mandarino)

PICCOLO IN SVEZZAMENTO  

    60-120g circa 21~28 giorni  

(grande come una palla da tennis)

GIOVANE 

120-250g circa 6 settimane

(grande come un'arancia)

GIOVANE ADULTO

250g+ circa 8 settimane

(grande come un pompelmo)

Ad ogni peso deve corrispondere un nostro diverso comportamento ma, soprattutto, un'alimentazione corretta.

Il riccio in tutela, se correttamente nutrito, deve crescere di peso.    

 

Ogni riccio è un individuo a sè.     

 

Può crescere dai 4 ai 10 grammi al giorno.

 

E' sbagliato somministrare latte vaccino (di mucca) ad un riccio.

 

E' sbagliato somministrare crocchette e mousse per gatti ad un neonato.

Il loro metabolismo non è ancora pronto.

Quando la dentizione comincerà a formarsi (circa tre settimane di vita ~ 70/90gr) solo allora si potrà dare prima mousse, poi crocchette triturate. 

Conoscere il peso di un riccio nel periodo che precede il letargo è molto importante

Fino a qualche anno fa si pensava che un esemplare non potesse sopravvivere all'inverno se pesava meno di 600 grammi.

 

Questa tesi è stata modificata da numerosi studi svolti con metodi scientifici da alcuni biologi europei.

Inoltre, come sempre, per poter essere sicuri della sopravvivenza degli esemplari durante il letargo invernale devono essere valutati. 

 

La situazione.

(giardini, luoghi tutelati, aperta campagna, boschi, zone abitate). 

 

Il territorio.

(nord, sud, pianura, montagna, Italia o paesi nord europei). 

 

Il clima.

C'è molto dibattito sui pesi di sopravvivenza per il letargo dei ricci.