Controllo dello stato del riccio

Di solito se trovi un riccio di giorno potrebbe essere in difficoltà perchè sono animali notturni. Ma non sempre. 

In primavera ed estate, un riccio in giro di giorno, potrebbe essere una mamma, che coglie l'attimo di tranquillità per andare in cerca di cibo.

 

Oppure un piccolo svezzato e sano, alla conquista e conoscenza del suo nuovo mondo.

 

O semplicemente, un riccio disturbato dai nostri lavori di giardinaggio.​

Normalmente i ricci si nascondono se sentono la presenza dell'uomo.

Sono sicuramente da prelevare, sia di giorno che di notte,

indipendentemente dalla

forma e dalle dimensioni, 

esemplari che presentano una camminata dondolante ed instabile.

 

O che giacciono su di un fianco esposti all'aperto.

Anche nel caso di ricci attivi, ma con ferite, dobbiamo procedere al recupero.

 

In questo caso, la consegna ad un CRAS (Centri Recupero Animali Selvatici in Italia), ad un veterinario o ad un centro abilitato, deve essere il più veloce possibile.​​

Informazioni essenziali in caso di contatto con le autorità sono

Il Peso

Clicca su IL PESO

È freddo al tatto?

La presenza di ferite 

In caso di riccio ferito, bisogna armarsi di coraggio ed ispezionare la ferita  per essere in grado di descriverla a coloro che risponderanno alla vostra chiamata.

 Parassiti esterni in numero eccessivo

(trovare una o due zecche, su un selvatico, è abbastanza normale)

La situazione in cui si è proceduto al recupero.​

Per quanto riguarda i neonati o piccoli (al di sotto dei 150 grammi) in genere, si riesce a capire se sono in sofferenza quando:

 

Emettono gemiti.

Si contorcono.

Sono pelle ed ossa.

 

Anche in questi casi, la consegna veloce a persone esperte può salvar loro la vita.​

Se il recupero è momentaneamente impossibile, vi rimandiamo alle varie sezioni per le patologie ed un primo soccorso.

Progetto%20Riccio%20Europeo%20For%20Land